Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Serigrafia Ecologica

Serigrafia Ecologica 11 Anni 4 Mesi fa #1

  • SeriD.I.Y.
  • Avatar di SeriD.I.Y.
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 17
buonasera a tutti!!!
vi scrivo in merito ad una voglia tanto morale quando pratica di volermi avvicinare alla serigrafia ecologica.
e per ecologico intendo biodegradabile al 100%.
purtroppo, per quel che so, di ecologico nella serigrafia esistono solo i tessutti (in cotone organico) e alcune case producono colori per stampare.
Ma vi chiedo se è possibile fare serigrafia ecologica dalla A alla Z...cioè dal principio, quindi la domanda è:
esiste in Italia chi produce e vende gelatina, colori, tessuti 100% ecofriendly e biodegradabile cioè di derivazione vegetale???
I colori ecoline che cpl fabbrika vende sono esenti da PVC ok, ma ci sono altre sostanze chimiche nel composto???
So che in America c'è chi produce tutto questo ma sono brevetti loro che non vogliono, a quanto pare, rendere pubblici per il momento...
proverò a chiedere anche a questa casa americana, mi chiedo solo perchè se uno che inventa una seria di prodotti di origine vegetale non inquinanti se li tiene per se e non fa si che in tutto il mondo si eviti di inquinare...vabbè...cmq saranno ben accette tutte le risposte, serie ovviamente :D
ciao a tutti

Re: Serigrafia Ecologica 11 Anni 4 Mesi fa #2

  • SeriD.I.Y.
  • Avatar di SeriD.I.Y.
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 17
sapevo (anche se non ci volevo sperare) che sarebbe stato l'unico post a non avere risposte...
neanche un semplice "No, non ne sapiamo niente"
il che mi lascia pensare che magari delle alternative a prodotti inquinanti che necessitano di smaltimenti speciali
ci sono ma che conviene non farlo sapere, forse per paura della concorrenza, non sò...
a sto punto aspetterò qualche altro giorno una risposta dopo di che mi cancellerò dal forum visto che a quanto pare non
serve molto o cmq si ottiene risposta solo su alcuni post!

NB: non sono arrabbiato e non sto criticando nessuno, anzi cpl rimane il mio fornitore, bensì un po' amareggiato
nel constatare che anche nel campo artistico/artigianale c'è una specie di "mutismo" (se così vogliamo definirlo)

buonagiornata a tutti!

Re: Serigrafia Ecologica 11 Anni 4 Mesi fa #3

  • macchia
  • Avatar di macchia
  • Offline
  • Professionista
  • Messaggi: 499
SeriD.I.Y. ha scritto:
sapevo (anche se non ci volevo sperare) che sarebbe stato l'unico post a non avere risposte...
neanche un semplice "No, non ne sapiamo niente"
il che mi lascia pensare che magari delle alternative a prodotti inquinanti che necessitano di smaltimenti speciali
ci sono ma che conviene non farlo sapere, forse per paura della concorrenza, non sò...
a sto punto aspetterò qualche altro giorno una risposta dopo di che mi cancellerò dal forum visto che a quanto pare non
serve molto o cmq si ottiene risposta solo su alcuni post!

NB: non sono arrabbiato e non sto criticando nessuno, anzi cpl rimane il mio fornitore, bensì un po' amareggiato
nel constatare che anche nel campo artistico/artigianale c'è una specie di "mutismo" (se così vogliamo definirlo)

buonagiornata a tutti!

Se è questo quello che vuoi ti rispondo "NON SO"

Alla data di oggi siamo iscritti in 740 se tutti ti rispondessero la stessa cosa avremmo intasato il forum di "niente"

Non c'è un obbligo alla risposta sui forum, uno quando, e se vuole, la da.
Mi son fermato di lavorare per risponderti anche se in questi momenti ogni minuto è prezioso per l'azienda.

Puoi anche cancellarti dal Forum ma ti consiglio di rimanerci perché non si finisce mai di imparare.
Romeo
professionista per passione

Re: Serigrafia Ecologica 11 Anni 4 Mesi fa #4

  • francoratto
  • Avatar di francoratto
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 64
Ciao Seri D.I.Y. , se posso evito in questa sede di dare risposte tecniche "da esperto", perchè preferisco che il foro sia animato dagli appassionati puri, che, pure, di cose da insegnare ne hanno tantissime.
Ma non mi va che tu resti deluso, così ti dò sull'argomento tutte le informazioni in mio possesso; se qualcuno ne ha da aggiungere, o meglio ha da ribattere, è come al solito il benvenuto.

Punto primo: cosa intendiamo per "prodotti ecologici al 100%"? Forse prodotti "biodegradabili" al 100%?
Se è così, in campo serigrafico non ne esistono o al massimo pochi possono avvicinarsi. E' quasi biodegradabile, per esempio, lo sgrassante per preparare i telai prima di emulsionarli: è un prodotto assimilabile ai saponi lavapiatti. E' quasi biodegradabile, ma non al 100% la vecchia e ottima emulsione Fotecoat 1771: secondo il produttore potrebbe addirittura essere immessa in modiche quantità negli scarichi fognari, ma dubito che le nostre autorità preposte siano d'accordo...
Circa le altre emulsioni, di formulazione più recente, e circa gli inchiostri in generale, anche quelli a base acqua, possiamo tranquillizzarci e vivere sereni: non sono biodegradabili, non sono fabbricati pestando nel mortaio le erbette raccolte nei prati (cicuta compresa che, almeno, procura una morte "ecologica"), e quindi, secondo la definizione data all'inizio, non sono "ecologici".

Esiste però un metodo più ogggettivo, per misurare e decidere la tossicità degli inchiostri: leggere la scheda tossicologica (o scheda di sicurezza) che li accompagna e che ogni produttore o rivenditore è tenuto a fornire su richiesta; si tratta di un documento obbligatorio per legge e dall'analisi delle sostanze contenute realmente all'interno dei vari prodotti, possiamo ricavare il suo grado di pericolosità sia per chi lo utilizza (il serigrafo), sia per chi ha a che fare con gli oggetti finali che lo contengono (t-shirt, oggetti vari, giocattoli, tovaglioli, carte per alimenti, ecc).
Leggendo le schede tossicologiche si scopre che alcuni produttori sono molto sensibili al problema sicurezza, altri un po' meno. Si scopre, per esempio, che tutti gli inchiostri fabbricati da Quasar, a base acqua ma anche a base solvente, sono a buon diritto classificati "toys" : il che significa che possono essere usati per colorare ogggetti che poi i bambini indosseranno o addirittura masticheranno. In altre parole, stampati e asciutti sono innocui. Naturalmente non sono innocui allo stato liquido: non è opportuno bere una sorsata di inchiostro a base acqua durante una seduta di stampa: anche se di colore verde, non è fatto con la menta.

Circa i plastisol, fino a poco tempo fa contenevano gli ftalati. Pare (e sottolineo PARE) che gli ftalati in alte quantità siano nocivi alla salute e nuociano perfino alla fertilità. Bene, è stata promulgata una legge ibrida e non troppo chiara che comunque ha sortito benefici effetti: molti produttori europei e non europei, per non avere problemi neppure potenziali , producono plastisol senza ftalati, quindi meno nocivi. Questi plastisol senza ftalati funzionano peggio per parecchi motivi, ma almeno nelle intenzioni sono più sani e questo è indubbiamente un fatto positivo.

Un altro esempio: sempre fino a poco tempo fa i prodotti a base acqua "discharge", che servono per decolorare il tessuto e subito dopo sovrastamparlo, contenevano zolfo; pertanto dopo la stampa e prima di essere immessi in commercio gli indumenti così trattati avrebbero dovuto essere sottoposti a lavaggio; infatti qualche utente finale avrebbbe potuto essere allergico allo zolfo e subire danni cutanei.
Finalmente i più recenti prodotti "discharge" non contengono più zolfo e il problema è superato.
Come vedi l'industria, ancorché malefica, cerca costantemente di mettere a punto formulazioni meno dannose e sono sicuro che nel momento in cui trovasse prodotti innocui ed "ecologici" nel nostro senso del termine, li metterebbe ben volentieri in commercio, magari con più alto valore aggiunto e quindi con più elevati guadagni.
Altro esempio: pensi che se il produttore X, inventasse un inchiostro miracoloso, che non richiede smaltimenti come rifiuto pericoloso, e quindi facesse risparmiare scocciature e denaro al serigrafo, non lo metterebbe sul mercato di corsa? Se non lo fa è perché non riesce a progettarlo, sinceramente non vedo oscuri complotti in tutto ciò.
Il fatto è che ogni volta che vengono eliminati prodotti nocivi le prestazioni del prodotto peggiorano (stampabilità, coprenza, durata nel tempo); perciò le soluzioni non sono così a portata di mano.

Credo personalmente che il fattore sicurezza si deva affrontare razionalmente e non ideologicamente: è giusto che il consumatore ( e quindi il serigrafo) insegua e ricerchi i prodotti più innocui, e per far questo è bene che si legga con attenzione le loro schede di sicurezza, senza lasciarsi abbagliare dalle etichette "ecologico", "nuova formula", ecc che hanno più un sapore pubblicitario, da specchietto per le allodole, piuttosto che un contenuto reale.

Un ultima considerazione: se leggi di prodotti, non di fabbricazione europea, classificati miracolosamente "ecologici" o "100% naturali", occorre verificare se questa classificazione è valida anche per la nostra legislazione che, garantisco, su queste cose è molto ma molto severa, e sicuramente è bene che lo sia.

E con questo ho esaurito il mio repertorio sull'argomento: chi ha da aggiungere o da obiettare si faccia avanti e se si scatena un bel dibattito, tanto meglio.
Franco Ratto
Responsabile Tecnico CPL Fabbrika www.cplfabbrika.com

Re: Serigrafia Ecologica 11 Anni 4 Mesi fa #5

  • angelobarzaghi
  • Avatar di angelobarzaghi
  • Offline
  • Esperto
  • Messaggi: 209
ciao,
mi associo a Macchia.
Un forum è, sostanzialmente, come una piazza o un bar dove gli amici si ritrovano a condividere impressioni, idee, esperienze, delusioni e un sacco di altre cose.
E' ovvio che una persona scriva e posti una domanda per avere una risposta, ma spesso non tutti e non sempre all'istante si ha la possibilità di rispondere.
Sono appena rientrato da un viaggio di lavoro e ho messo il naso nel forum e... vabbeh, una risposta c'è.
Tutti, e dico tutti, gli inchiostri di serigrafia (e non solo) sono, per quanto ecocompatibili, prodotti con componenti chimiche, quindi non assolutamente ecologiche.
Esistono però aziende che fanno, su richiesta, prodotti assolutamente naturali: costano ovviamente una fortuna e devono essere consumati in un tempo brevissimo, conservati in frigorifero (non hanno neppure coloranti e conservanti altrimenti perderebbero la loro peculiarità) e smaltiti poi come rifiuto organico.
Non sono prodotti in commercio perchè la loro lavorazione è, tra l'altro, molto complessa.
Da quel che so l'unica azienda che abbia prodotto degli inchiostri assolutamente ecologici è stata la Grafco di Treviso, credo tra l'altro che l'abbia fatto su brevetto e quindi non credo li possa commercializzare liberamente.
Inchiostri (termine comunque improprio perchè si tratta di prodotti naturali organici, come può essere un frullato di frutta o di verdura ecc.) che hanno però bisogno di accorgimenti anche ambientali (controllo dell'umidità, temperatura ecc.) per poter essere stampati comunaue con grosse difficoltà. Anche le fotoemulsioni devono avere un'origine compatibile altrimenti il tutto sarebbe vanificato.
Ecco perchè, probabilmente, anche chi sapeva dell'esistenza di prodotti con queste caratteristiche, non ha risposto al tuo post, proprio perchè, di fatto, un prodotto veramente ecologico (non ecocompatibile) è come se non esistesse: occhio a quello che viene venduto come assloutamente ecologico!
Come diceva una vecchia pubblicità: un forum è un piacere, se non è buono che piacere è?
Angelo Barzaghi
Www.angelobarzaghi.it
angelo561
Mob 3466617112

Re: Serigrafia Ecologica 11 Anni 4 Mesi fa #6

  • SeriD.I.Y.
  • Avatar di SeriD.I.Y.
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 17
grazie angelo e franco,
anche se poteva risultare scontato ho apprezzato molto le risposte che mi avete dato e che ho letto con molto piacere...
ora almeno so che mi devo mettere l'anima in pace e continuare così come sto facendo!
penso anche io che il forum sia una "piazza" dove ci si scambiano pareri esperienze ed avventure, ma il non aver trovato risposte
mi ha avvilito e ho risposto un po' a ca__o!!! :D

buonaserata a tutti!

serigrafia or die!!!

hahaha

Re: Serigrafia Ecologica 11 Anni 2 Settimane fa #7

  • loxapolloni
  • Avatar di loxapolloni
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 22
Ciao
io ho visto solo ora questa discussione e devo dirti che sto facendo la stessa ricerca.
Al momento però, a parte per gli inchiostri, tutto il resto non è molto eco logico.

Io sto cercando di farmi gli inchiostri un po'm da sola.... speranza non certezza!

Ho trovato però alcune soluzioni che se ti interessano posso condividere, ma sono ancora in fase "sperimentazione"

a presto e fammi sapere se sei ancora interessato, così almeno saremo in due...


lore

Re: Serigrafia Ecologica 9 Anni 5 Mesi fa #8

  • chiaralascura
  • Avatar di chiaralascura
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 3
loxapolloni ha scritto:
Ciao
io ho visto solo ora questa discussione e devo dirti che sto facendo la stessa ricerca.
Al momento però, a parte per gli inchiostri, tutto il resto non è molto eco logico.

Io sto cercando di farmi gli inchiostri un po'm da sola.... speranza non certezza!

Ho trovato però alcune soluzioni che se ti interessano posso condividere, ma sono ancora in fase "sperimentazione"

a presto e fammi sapere se sei ancora interessato, così almeno saremo in due...


lore

Ciao a me interesserebbe sapere dei tuoi esperimenti, io sto partendo ora con il mio piccolo laboratorio e vorrei riuscire ad essere il meno impattante possibile!

Un saluto.

Chiara

Re: Serigrafia Ecologica 9 Anni 5 Mesi fa #9

  • loxapolloni
  • Avatar di loxapolloni
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 22
Ciao Chiaralascura :-)
io ho continuato su questa strada e devo dire che sono arrivata ad un buon punto, ma forse sarebbe meglio metterci direttamente in contatto almeno via mail, ecco la mia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


a presto

Loredana

Re: Serigrafia Ecologica 8 Anni 6 Mesi fa #10

  • aledread
  • Avatar di aledread
  • Offline
  • Nuovo
  • Messaggi: 1
ciao! sono nuova in questo forum! mi sto avvicinando adesso a questo ambito e mi interessa molto l'argomento che hai proposto.
ti scrivo non tanto per dare una risposta alle tue domande :) quanto per chiederti se ne hai trovate altrove!
vorrei approfondire l'aspetto ecosostenibile della serigrafia ovvero come dicevi tu, non solo materiali di supporto ecologici ma anche e soprattutto i prodotti utilizzati per la stampa come i colori.
se qualcuno ha dei suggerimenti....questa è la mia mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
grazie a tutti

Alessia
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Moderatori: marty, enrico
Tempo creazione pagina: 0.096 secondi
Powered by Forum Kunena